MESTRUAZIONI E MENOPAUSA IMPATTANO IL BUSINESS?

Con la formula concisa e focalizzata del “Little book” (“Little book of menstruation, menstrual health and menopause”), che fa da apripista ad un ben più corposo “standard” (BS 30416:2023: “Menstruation, menstrual health and menopause in the workplace – Guide”), BSI tocca un tema tabù nelle organizzazioni e nelle aziende: le mestruazioni e la menopausa.

L’approccio “business oriented” delle pubblicazioni di cui sopra emerge subito nella seconda di copertina del libello: “Quando i datori di lavoro collaborano con i loro dipendenti per creare luoghi di lavoro diversificati, equi e inclusivi in cui le donne siano aiutate a rimanere nei loro ruoli, ciò può portare enormi benefici, dall’aumento della produttività all’innovazione abilitante.”

Dopo tale rassicurazione, assai utile per convincere gli uomini di business a continuare la lettura, l’introduzione, rimarca il carattere innovativo della tematica trattata: “Tabù culturali, mancanza di rappresentanza e pregiudizi sistemici di genere fanno sì che anche solo dieci anni fa questo piccolo libro, che trattasse le mestruazioni, la salute mestruale e la menopausa sul posto di lavoro, sarebbe stato inconcepibile.”

Ma la divagazione dura poco e il business torna a prendere il sopravvento: “Forse ti stai ancora chiedendo perché oggi l’argomento è così importante per la tua azienda?”

La risposta è presto detta: oggi, quasi la metà della forza lavoro è costituita da donne, rendendo cruciale per le aziende fornire un adeguato supporto a questa realtà biologica.

Le aziende che supportano attivamente queste tematiche beneficiano in termini di mantenimento del personale, aumento dell’engagement e della produttività, miglioramento della salute e del benessere dei dipendenti, e rafforzamento degli obiettivi di diversità e inclusione. Un ambiente di lavoro positivo non beneficia solo le donne, ma tutti i dipendenti.

In pratica, come procedere?

Il libello individua sei passi:

  1. affrontare il tabù: normalizzare il tema e iniziare la conversazione, riconoscendo la necessità di cambiamento. Non sottovalutare il modo in cui i sintomi possono influenzare la fiducia e talvolta le capacità delle persone;
  2. considerare gli aspetti pratici del lavoro, come la disponibilità di servizi igienici e la gestione della temperatura ambiente;
  3. sviluppare linee guida e best practice: integrare la salute mestruale e la menopausa nelle politiche aziendali;
  4. creare una cultura aziendale di supporto: valutare l’apertura e il rispetto relativamente a questi argomenti;
  5. rivedere il design del lavoro: adattare gli orari e le condizioni lavorative;
  6. inclusività relativamente alle mestruazioni, alla salute mestruale e alla menopausa sul lavoro: considerando come l’etnia, l’età, il genere, la disabilità e la neuro-diversità possano influenzare queste esperienze.

Non c’è che dire, abbiamo tutti molto da imparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights